Italianistica Tunisia
ITALIANISTICA TUNISIA ITALIA CULTURA TURISMO VACANZE
Registrazione
Se non hai ancora un conto registrati (è gratis). Questo conto ti permetterà di accedere a tutte le funzioni del sito e di ricevere le newsletter.

giornale
Se sei gia registrato usa il seguente formulario per connetterti al sito :
Il presente conto è valido anche sul nostro forum.
Rubriche
Home
Notizie
Turismo
Cultura
Insegnamento
Moda
Salute e benessere
Spettacolo
Sport
Banners e bottoni
Tool Bar
Mappa del Sito
Podcast
Podcast
podcast italianistica Tunisia

cocktailjurken
abendkleider
vestidos de coctel 2014
Altri siti
Ideal Conception
1. Granello di sabbia
    www.granellodisabbia.org
    Categoria: Amici / Partner
2. La lingua araba
    www.lalinguaaraba.com
    Categoria: Cultura
3. Boulbaba Lansari
    www.boulbabalansari.net
    Categoria: Amici / Partner
4. Italiani di Tunisia
    www.italianiditunisia.co
    Categoria: Amici / Partner
5. Tennis Club di Sousse
    www.tcsousse.org.tn
    Categoria: Sport
vedere di più...
bottone
bottone_toolbar
Copyright
Campa cavallo cresce l'erba
Proporre un proverbio

mercoledì 22 novembre 2017
italy_fl_md_clr    colomba_ulivo2    tunisia_fl_md_clr
ReadSpeaker webReader
Sei in : Home
27 feb 2011
Francia: si dimette il ministro degli Esteri Michèle Alliot-Marie
Ultime notizie
domenica 27 febbraio 2011
Ascolta questo articolo
Francia: si dimette il ministro degli Esteri Michèle Alliot-Marie Dopo le critiche per un viaggio in Tunisia mentre il Paese protestava contro Ben Alì. Al suo posto Juppé
Il ministro degli Esteri francese, Michèle Alliot-Marie, ha annunciato le dimissioni dopo le polemiche legate al suo viaggio di fine anno in Tunisia. La Alliot-Marie durante le vacanze di Natale aveva fatto un viaggio in Tunisia a bordo di un aereo di un uomo d'affari vicino all'ex presidente Ben Ali. In Francia era subito scoppiata la polemica per questo suo atteggiamento ritenuto accondiscendente nei confronti del regime di Ben Ali. Così, la ministra ha rassegnato le dimissioni. L'annuncio è arrivato in una lettera inviata all'agenzia France Presse.
Ricordiamo che prima della caduta di Ben Ali Alliot-Marie ha proposto al governo tunisino l'aiuto della Francia nella repressione della rivoluzione popolare.
_______________
Reddit!Del.icio.us!Google!Facebook!
Leggi tutto...
 
27 feb 2011
Tunisia: il premier Ghannouchi si dimette
Ultime notizie
domenica 27 febbraio 2011
Ascolta questo articolo
Tunisia: il premier Ghannouchi si dimette Oggi si e' dimesso il primo ministro tunisino Mohammed Ghannouchi. Lo ha riferito l'emittente televisiva araba Al Jazira.
"Abbiamo preso misure per arrestare gli autori degli atti di sabotaggio, per portarli davanti alla giustizia e per determinare chi li ha istigati", ha detto Ghannouchi. "Come cittadino e non come primo ministro ritengo che il popolo debba dire la sua liberamente" ha spiegato il premier dimissionario, facendo riferimento alle presidenziali e alla formazione di un consiglio costituente, "C'e' stata una rivoluzione e ci sara' una nuova Costituzione. Credo che sia preferibile, per la Tunisia, eleggere un nuovo consiglio costituente", ha sottolineato.

El Ghannouchi ha annunciato, in un discorso televisivo, le sue dimissioni. "Queste dimissioni sono al servizio della Tunisia e della rivoluzione" ha detto spiegando di non essere per la repressione.

"Non sono uomo della repressione e non lo saro' mai", ha detto Ghannouchi in francese, spiegando di volere lasciare il passo a un primo ministro che possa essere "piu' capace di lui". "Non saro' un persona che prende qualsiasi tipo di decisione che sfoci in uno spargimento di sangue".

Vi auguro troviate un premier, 'come si deve'
Parlando in francese nel discorso trasmesso in diretta dalla televisione tunisina, l'ormai dimissionario premier tunisino, Mohammed Ghannouchi, ha affermato: "Mi auguro che troviate un primo ministro come si deve".

_______________
Reddit!Del.icio.us!Google!Facebook!
 
25 feb 2011
Tunisia: spari e lacrimogeni a Tunisi
Ultime notizie
sabato 26 febbraio 2011
Ascolta questo articolo
spari e lacrimogeni a Tunisi - 25/02/2011 Per disperdere manifestanti davanti sede ministero Interno

(ANSA) - TUNISI, 25 FEB - Spari in aria a scopo intimidatorio e lanci di lacrimogeni da parte delle forze di sicurezza per disperdere manifestanti davanti alla sede del ministero dell'Interno, a Tunisi, che tentavano anche di arrampicarsi sull'edificio. Oggi sono scese in piazza alla Casbah a Tunisi decine di migliaia di tunisini, nella gran parte studenti, per chiedere le dimissioni del governo di di transizione guidato dal primo ministro Mohammed Ghannouchi, che fu a lungo premier durante il regime di Ben Ali.
----------------------------------------
I manifestanti affermano di aver visto un gruppo di banditi che si sono infiltrati nella manifestazione e hanno provocato le forse dell'ordine gettando i sassi contro il ministero dell'Interno
Fonte : gruppo Facebook : Tunisia _ تونس _ Tunisie

_______________
Reddit!Del.icio.us!Google!Facebook!
 
25 feb 2011
Verso il confine con la Libia (due giorni fa)
Ultime notizie
sabato 26 febbraio 2011
Ascolta questo articolo
Ras Jdir - Frontiere libico-tunisine DJERBA – Ras el Jadir dista solo un centinaio di km da Djerba dove sorgono gli alberghi più belli sul mare della Tunisia. Ras el Jadir è il punto di frontiera, il punto di rottura di una terra che si divide, da una parte una nazione da poco caduta sotto la spinta dei giovani riformatori, dall’altra uno Stato che combatte per riscattarsi, per ribellarsi da un longevo dittatore, per sfuggire a quello che un giorno verrà ricordata nel mondo arabo come una catastrofe. Gheddafi non cade, “Non ancora” dicono i tunisini, non lontano dagli echi dei bombardamenti.
Gli hotel sono vuoti se non fosse per i giornalisti che arrivano a mucchi in attesa che si apra quel cancello confuso.
A Tunisi, la capitale insorta, ormai, un mese fa, è impossibile trovare una chiavetta per collegarsi a internet, “Hanno saccheggiato i depositi per poter essere connessi”, ci spiega un impiegato della compagnia. Erano i ragazzi della rivoluzione, quell’insurrezione che corre sul web, fatta delle immagini di chi fa foto o racconta e pubblica in internet, le diffonde.
_______________
Reddit!Del.icio.us!Google!Facebook!
Leggi tutto...
 
25 feb 2011
TUNISIA: MIGLIAIA IN PIAZZA PER CHIEDERE DIMISSIONI GOVERNO PROVVISORIO
Ultime notizie
venerdì 25 febbraio 2011
Ascolta questo articolo
La Kasbah il 25/02/2011 Decine di migliaia di tunisini si sono radunati oggi a Tunisi per chiedere le dimissioni del governo ad interim.
Secondo fonti della polizia locale sono circa 100 mila le persone riunite, mentre elicotteri dell'esercito sorvolano la folla.
L'organizzazione umanitaria Mezzaluna Rossa ha fatto sapere che si tratta della più grande manifestazione dopo la caduta dell'ex presidente Zine El Abidine Ben Ali.
La folla è concentrata nella piazza del governo alla Kasbah.
_______________
Reddit!Del.icio.us!Google!Facebook!
Leggi tutto...
 
25 feb 2011
Tunisia: governo, elezioni entro luglio
Ultime notizie
venerdì 25 febbraio 2011
Ascolta questo articolo
Taieb Baccouche - Portavoce dello stato Il governo di tunisino di transizione ha riferito che le elezioni nel Paese 'si terranno al piu' tardi a meta' luglio' senza pero' precisare se si trattera' di uno scrutinio legislativo o presidenziale. Il governo ha esaminato le scadenze politiche e ha deciso che le consultazioni con i diversi gruppi politici non devono andare oltre la meta' di marzo'. Lo riferisce il consiglio dei ministri citato dall'agenzia Tap.
_______________
Reddit!Del.icio.us!Google!Facebook!
 
16 feb 2011
Immigrati/ Frattini: Tunisi ha reagito, situazione stabilizzata
Ultime notizie
mercoledì 16 febbraio 2011
Ascolta questo articolo
Stretta di mano tra Mohammed El Ghannouci (a sinistra) e Franco Frattini (a destra) Roma, 16 feb. (TMNews) - Nelle ultime 24 ore il numero di "immigrati tunisini si è fortunatamente stabilizzato", anche grazie all'intervento del governo di Tunisi. Lo ha sottolineato il ministro degli Esteri Franco Frattini intervenendo in Senato. "Tunisi ha reagito da subito dopo la mia visita dell'altro ieri sera" ha osservato Frattini, che due giorni fa in Tunisia ha incontrato il primo ministro Mohammed Gannouchi.
Tunisi, ha riferito il titolare della Farnesina, ha "schierato le forze di sicurezza lungo la costa tunisina, proprio in prossimità dei porti più importanti Gabes, Sfax e Zarzis". "Sono stati fermati almeno cinque barconi che erano già carichi di persone pronte a prendere il largo, fermati al porto di partenza" ha fatto notare Frattini, aggiungendo che "è il momento ora di attuare una collaborazione molto forte con la Tunisia, italiana ed europea".
_______________
Reddit!Del.icio.us!Google!Facebook!
 
15 feb 2011
In Tunisia finisce il coprifuoco
Ultime notizie
mercoledì 16 febbraio 2011
Ascolta questo articolo
In Tunisia finisce il coprifuoco (Avenue Habib Bourguiba -Tunisi) Niente più coprifuoco, ma stato d'emergenza prolungato in Tunisia.
Ad annunciarlo, attraverso l'agenzia di Stato Tap, è stato il ministero dell'Interno. Il prolungamento «fino a nuovo ordine» dello stato d'emergenza è stato deciso «per garantire la sicurezza dei cittadini e la protezione dei beni pubblici e privati», secondo quanto si legge in un comunicato. Lo stato d'emergenza era stato decretato il 14 gennaio, poco prima della caduta del presidente tunisino Zine El Abidine Ben Ali. Il coprifuoco era in vigore, invece, dal 12 gennaio e, dopo che le proteste si sono calmate in seguito alla fuga di Ben Ali, era stato accorciato.
_______________
Reddit!Del.icio.us!Google!Facebook!
 
14 feb 2011
Tunisia: Immigrati, "pattuglie in alto mare"
Ultime notizie
martedì 15 febbraio 2011
Ascolta questo articolo
Frattini il ministro degli Esteri italiano Proposta di Frattini a premier Tunisia
La missione Frontex dell'Ue di pattugliamento pensata per arginare il flusso migratorio dalla Tunisia potrebbe svolgersi non in acque tunisine ma internazionali. E' la proposta avanzata dal ministro degli Esteri, Franco Frattini, al primo ministro tunisino, Mohammed Ghannouchi. "Le forze armate tunisine che presidiano i porti di partenza saranno la chiave del successo", ha aggiunto il titolare della Farnesina.
No poliziotti italiani a Tunisi
Frattini ha aggiunto che non ci saranno poliziotti italiani a presidiare i porti tunisini per arginare i flussi migratori. L'Italia è tuttavia disposta ad inviare "equipaggiamenti, che sono ben accetti da Tunisi, per le forze di polizia locali che saranno usati da personale tunisino".
_______________
Reddit!Del.icio.us!Google!Facebook!
Leggi tutto...
 
14 feb 2011
Tunisia : Gli archeologi: Salvate l' antica Cartagine dal cemento
Ultime notizie
martedì 15 febbraio 2011
Ascolta questo articolo
Quartiere Annibale - Cartagine - Tunisia RESTITUITE Cartagine al popolo di Tunisia. Sequestrate immediatamente tutte le proprietà abusive. Bloccate ogni progetto edilizio illegale sul sito dell' antica città. Gli archeologi tunisini non hanno perso tempo e hanno subito lanciato un appello al nuovo governo perché dimostri subito, in concreto, di voler veramente voltare pagina.
A Cartagine l' ex presidente Ben Ali, ora in esilio negli Emirati Arabi, ha costruito la sua residenza, proprio a ridosso dell' area archeologica. Suoi parenti hanno eretto ville tutt' intorno al famosissimo porto anulare punico.
Un intero complesso residenziale, Les Résidences de Carthage, ha occupato illegalmente parte dell' area archeologica protetta. Proprio sul luogo che fu patria del grande Annibale e, benché distrutto dai romani, fu poi da loro ricostruito fino a farne uno dei maggiori centri dell' impero.
_______________
Reddit!Del.icio.us!Google!Facebook!
Leggi tutto...
 
13 feb 2011
Tunisia: Rifiuto categorico di ogni presenza militare straniera
Ultime notizie
lunedì 14 febbraio 2011
Ascolta questo articolo
Emblema della Tunisia Il governo di transizione della Tunisia ha annunciato il suo rifiuto categorico di ogni presenza militare straniera sul suo territorio in risposta alle osservazioni del ministro degli Interni italiano, Roberto Maroni, che ha parlato della richiesta per il dispiegamento di polizia italiana in Tunisia per resistere all'immigrazione clandestina.

Al-Tayyib Bacouche, portavoce del governo tunisino e il ministro ad interim della Pubblica Istruzione, ha detto che il popolo tunisino rifiuta qualsiasi presenza militare straniera sul territorio tunisino.

Bacouche ha aggiunto che la Tunisia risponderà formalmente con un rifiuto se il governo italiano presenta una richiesta formale per il dispiegamento di elementi della polizia italiana sul territorio tunisino nel tentativo di prevenire l'immigrazione clandestina.

Il Ministro dell'Interno italiano Roberto Maroni ha annunciato in un'intervista televisiva di Domenica, che avrebbe chiesto al ministro degli Esteri tunisino di consentire l'intervento delle forze italiane in Tunisia per arginare il flusso di immigrati clandestini provenienti dalla Tunisia alle coste italiane.
 
Le autorità tunisine hanno inviato dei rinforzi per cercare di arginare il flusso di immigrati clandestini diretti in Europa: lo hanno reso noto fonti del governo di Tunisi mentre migliaia di clandestini sono sbarcati nelle ultime ore a Lampedusa.
Domani la questione verrà affrontata a Tunisi dal ministro degli Esteri Franco Frattini, che incontrerà il premier tunisino Mohammed Ghannouchi al termine di un giro di visite che toccherà anche Siria e Giordania.
_______________
Reddit!Del.icio.us!Google!Facebook!
 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Pross. > Fine >>

Risultati 89 - 99 di 306



 
Italianistica Tunisia Zantip
Clicca su play per ascoltare 
Mercato Italianistica
Clicca qui per vedere tutti i prodotti del Mercato
Usa il codice coupon ambiente2010 per approfittare di uno sconto speciale "Giornata Mondiale dell'Ambiente" del 5%
Donazione Libera

Scegli la somma :



Immagine casuale

Matmata 9

Un gioco casuale
Minere d\'oro

High Score: 24946
By: luna_espoir
Le Ultime del forum

forum Italianistica Tunisia
Vuoi scrivere anche tu?
vuoi_scrivere italianistica
Metti alla prova la tua competenza nello scrivere inviandoci i tuoi articoli...ma attenzione, solo i migliori saranno pubblicati nella homepage del portale!
pagerank7.gif